logo

AGENZIA NAZIONALE DI VALUTAZIONE
DEL SISTEMA UNIVERSITARIO E DELLA RICERCA

Home > Attività > AFAM > Valutazione Corsi II Livello AFAM

Valutazione Corsi II Livello AFAM

Come stabilito dalla nota MUR n. 13211 del 04/05/2021, le richieste di autorizzazione devono essere presentate al Ministero, attraverso la piattaforma informatica predisposta dal MUR, nel periodo 1° dicembre – 15 gennaio di ogni anno, al fine di consentire il completamento della procedura di autorizzazione in tempo utile per l’avvio del successivo anno accademico.

Solo per l’a.a. 2021/2022, le istanze dovranno essere presentate nel periodo 11 maggio – 18 giugno 2021 (termine perentorio).

Con il DM n. 14 del 9 gennaio 2018 sono stati definiti i criteri per la messa ad ordinamento dei corsi biennali sperimentali già autorizzati e per l’accreditamento di nuovi corsi di diploma accademico di II livello biennali nel settore AFAM.

La valutazione dell’ANVUR è richiesta per tutte le Istituzioni AFAM, esclusivamente nelle procedure di accreditamento iniziale di nuovi corsi di diploma accademico di II livello biennali.

L’art. 8 del Decreto prevede che, già a partire dal 2018, la richiesta di accreditamento iniziale di nuovi corsi di secondo livello da parte delle Istituzioni, verrà esaminata dal Ministero e, per quanto di competenza, dall’ANVUR “sulla base dei seguenti elementi:

  • a) parere rilasciato dai Comitati di cui all’art. 6, comma 5, limitatamente agli Istituti musicali di studi superiori interessati;
  • b) possesso dei requisiti didattici e di qualificazione della ricerca;
  • c) valutazione relativa alla sussistenza di dotazioni edilizie e strumentali che devono avere carattere di stabilità;
  • d) valutazione, dal punto di vista quantitativo e qualitativo, della docenza da impegnare nei corsi commisurata al numero e alla tipologia delle attività formative e rapportata al numero degli studenti iscrivibili;
  • e) valutazione relativa alla sussistenza di adeguate risorse finanziarie con l’obiettivo di verificare la sostenibilità e la qualità complessiva dell’Istituzione e dei corsi con particolar riguardo alla congruità delle risorse economiche previste per la docenza in rapporto alla tipologia dei corsi da attivare;
  • f) organizzazione dell’istituto coerente con i principi organizzativi di cui  D.P.R. n. 132/2003”.

Degli elementi di cui sopra sono di competenza dell’ANVUR le valutazioni delle lettere b), c), d) ed e).

Per la valutazione della qualità complessiva dell’Istituzione, l’ANVUR si avvale del contributo dei Nuclei di Valutazione, attraverso l’analisi dei dati della Relazione annuale. L’ANVUR valuterà inoltre la documentazione inserita dalle Istituzioni sempre all’interno della piattaforma “Nuclei AFAM” predisposta dal MUR. Dunque, la verifica da parte dell’ANVUR verrà effettuata sulla base dei seguenti elementi:

  1. analisi della piattaforma “Nuclei AFAM” per le sezioni “Istituzione”;
  2. analisi dell’ultima Relazione annuale del Nucleo di Valutazione;
  3. analisi delle informazioni contenute nella piattaforma informatica relativa all’accreditamento di nuovi bienni AFAM, con particolare riferimento ai dati presenti nella “Sezione E – Valutazione ANVUR”.

Linee Guida per l’accreditamento dei nuovi corsi di II livello biennali AFAM (approvate dal Consiglio Direttivo l’11 marzo 2021)

Ai sensi dell’art.2 comma 2 del DM n. 14/2018 l’attivazione di un nuovo corso di diploma di secondo livello potrà essere proposta da tutte le Istituzioni come prosecuzione degli studi di trienni già formalmente autorizzati presso la medesima Istituzione.

Si ricorda che secondo quanto statuito dalla nota MUR 1071/2021 le Istituzioni non statali autorizzate a rilasciare titoli AFAM (ex art. 11 DPR 212/2005), ivi comprese le accademie legalmente riconosciute già riordinate, possono presentare la domanda per l’autorizzazione di nuovi corsi solo a seguito della prima valutazione periodica positiva resa dall’ANVUR.

Ai fini della definizione della programmazione di attività relativa alla valutazione periodica delle istituzioni da parte dell’ANVUR, le istituzioni che devono ottenere la prima valutazione dell’ANVUR e intendono ampliare la loro offerta formativa, a decorrere dall’a.a. 2022/2023, ne danno comunicazione all’ANVUR e al Ministero non oltre il 30 settembre antecedente all’anno di richiesta dei corsi (entro il 30 settembre 2021 dovrà pertanto essere data la comunicazione dell’intento di ampliare l’offerta formativa per l’a.a. 2022/2023).

Limitatamente all’a.a. 2021/2022 la valutazione periodica verrà svolta in concomitanza con il processo di valutazione dei nuovi corsi, fermo restando che l’autorizzazione dei nuovi corsi potrà essere disposta solo a seguito della valutazione periodica positiva resa dall’ANVUR.

Allegati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi