logo

AGENZIA NAZIONALE DI VALUTAZIONE
DEL SISTEMA UNIVERSITARIO E DELLA RICERCA

Home > Pubblicazioni > Ricerca sulla valutazione

Pubblicazioni / Ricerca sulla valutazione

  • Malgarini M, Nappi CA and Torrini R
    (2015) Proceedings of ISSI Conference

    Article and Journal-Level Metrics in Massive Research Evaluation Exercises: The Italian Case

  • Ancaiani A, Anfossi AF, Barbara A, Benedetto S, Blasi B, Carletti V, Cicero T, Ciolfi A, Costa F, Colizza G, Costantini M, di Cristina F, Ferrara A, Lacatena RM, Malgarini M, Mazzotta I, Nappi CA, Romagnosi S and Sileoni S
    (2015) Research Evaluation , 24(3): 242-255

    Evaluating scientific research in Italy: The 2004-10 research evaluation exercise

    The Italian Research Evaluation assessment for the period 2004-10 (VQR 2004-10) has analyzed almost 185,000 articles, books, patents, and other scientific outcomes submitted for evaluation by Italian universities and other public research bodies. This article describes the main features of this exercise, introducing its legal framework and the criteria used for evaluation. The innovative methodology that has been used for evaluation, based on a combination of peer review and bibliometric methods, is discussed and indicators for assessing the quality of participating research bodies are derived accordingly. The article also presents the main results obtained at the University level, trying to understand the existing relationship among research quality and University characteristics such as location, dimension, age, scientific specialization, and funding.

    DOI: 10.1093/reseval/rvv008

  • Montanaro P and Torrini R
    (2014) Bank of Italy Occasional Paper , 219

    Il Sistema Della Ricerca Pubblica in Italia (The Italian System of Public Research)

    Nel settore della ricerca pubblica l'Italia investe meno della media europea. Se rapportato alle risorse impegnate e ai ricercatori, l'output risulta però elevato e la sua qualità media, condotta presso università ed enti di ricerca, non è molto lontana rispetto a paesi prossimi come la Francia, anche se con difficoltà di affermazione nelle punte più avanzate. Il sistema italiano, assai articolato e frammentato nei soggetti che vi operano e nelle fonti di finanziamento, risente di una scarsa attitudine all'applicazione dei risultati e alla collaborazione con le imprese, che a loro volta investono poco e incontrano difficoltà a collegare la propria attività di ricerca con gli input provenienti dai centri di ricerca pubblica. Il sistema sconta inoltre la mancanza di una chiara strategia che stabilisca gli obiettivi da raggiungere, disegni missioni e modelli organizzativi delle strutture di ricerca coerenti con gli obiettivi individuati e definisca le risorse necessarie al loro raggiungimento. La pressante necessità di un rilancio della capacità innovativa del Paese, infatti, non può prescindere da un sistema della ricerca pubblica adeguatamente finanziato ed efficientemente governato.

    DOI: 10.2139/ssrn.2489908

Pubblicazioni

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi