logo

AGENZIA NAZIONALE DI VALUTAZIONE
DEL SISTEMA UNIVERSITARIO E DELLA RICERCA

Home > FAQ AVA > Requisiti docenza

Requisiti docenza

  • Il docente di riferimento deve avere un insegnamento nel CdS per il quale è stato indicato come docente di riferimento? (FAQ febbraio 2013).

    Sì, il docente per essere considerato di riferimento deve avere l’incarico di un’attività di didattica assistita nel Corso di Studio.

  • Con riferimento ai requisiti di docenza inerenti ai corsi di studio già attivi, il numero di docenti di riferimento pari a 4 per anno va incrementato se nel Corso di Studio sono presenti più indirizzi (es. Laurea Magistrale con più indirizzi)? (FAQ febbraio 2013).

    L’eventuale presenza di indirizzi nel Corso di Studio non prevede l’incremento dei docenti di riferimento.

  • A chi si fa riferimento nella sezione “presentazione sintetica del CdS” della Scheda SUA quando si richiede di indicare i “tutor”? (FAQ febbraio 2013).

    Si fa riferimento al personale dedicato all’attività di tutoraggio cioè di personale laureato, anche docente, che segue gli studenti nelle attività formative al di fuori o oltre specifici compiti di docenza. Per le università telematiche, la definizione e le attività di tutoraggio sono quelle identificate dal DM 17 aprile 2003.

  • Come possono essere utilizzati i docenti in quiescenza? (FAQ febbraio 2013).

    I docenti in quiescenza possono essere utilizzati secondo le necessità del corso di studio come docenti a contratto, ma non possono essere utilizzati come docenti di riferimento.

  • Come devono essere conteggiati i docenti coinvolti in più corsi di studio (uno per livello) e in insegnamenti trasversali? (FAQ febbraio 2013).

    Ciascun docente può essere preso in considerazione come docente di riferimento una sola volta con peso 1 oppure due volte con perso 0,5, se opera in due diversi Corsi di Studio della medesima sede, di sedi diverse dello stesso Ateneo, o di diversi Atenei.

  • Con riferimento ai corsi intra-Ateneo, è possibile tener conto per il calcolo della quantità massima di didattica erogabile anche dei docenti che gli atenei partner hanno indicato (con peso 1 oppure 0.5) come “docenti di riferimento”? (FAQ febbraio 2013).

    Sì, ciascun docente può essere preso in considerazione una sola volta con peso 1 oppure due volte con peso 0,5, se opera in due diversi Corsi di Studio della medesima sede, di sedi diverse dello stesso Ateneo, o di diversi Atenei.

  • Alla scadenza fissata per la compilazione della SUA come docenti di riferimento si può fare riferimento al corpo docente in servizio a quella data anche se vi è la consapevolezza che dopo alcuni mesi uno o più docenti vanno in pensione? (FAQ febbraio 2013).

    Tecnicamente si possono indicare docenti in attività alla data indicata. Considerando la graduale transizione verso il n. di docenti di riferimento assegnati, tuttavia, sarebbe più utile, onde evitare problemi successivi, considerare già in fase di progettazione gli eventuali imminenti pensionamenti di cui si è a conoscenza.