logo

AGENZIA NAZIONALE DI VALUTAZIONE
DEL SISTEMA UNIVERSITARIO E DELLA RICERCA

Home > Attività > Formazione post-laurea > Riferimenti Normativi Dottorati di Ricerca

Riferimenti Normativi Dottorati di Ricerca

Il dottorato di ricerca è stato introdotto nel sistema universitario italiano dalla Legge Delega al Governo per il riordinamento della docenza universitaria e relativa fascia di formazione, e per la sperimentazione organizzativa e didattica (Legge 28 del 1980). Nel corso degli anni, i corsi di dottorato sono stati disciplinati da diverse normative. In particolare, l’articolo 19 della L. 240/2010 ha previsto che i corsi di dottorato possano essere istituiti, previo accreditamento da parte del MIUR su conforme parere dell’ANVUR, dalle Università, dagli Istituiti di istruzione universitaria ad ordinamento speciale, da qualificate istituzioni italiane di formazione e ricerca avanzata e da consorzi tra università o tra università ed enti di ricerca pubblici e privati di alta qualificazione. Tale articolo inoltre ha disposto l’introduzione di nuove modalità di accreditamento delle sedi e dei corsi di dottorato. In base alla legge 240/2010, il Ministero ha quindi emanato una prima versione del Regolamento recante modalità di accreditamento delle sedi e dei corsi di dottorato e criteri per la istituzione dei corsi di dottorato da parte degli enti accreditati, il  Decreto Ministeriale n. 45/2013. L’anno successivo, il MIUR ha emanato la prima versione delle Linee guida per l’accreditamento dei corsi di dottorati, con nota n. 436 del 24 marzo 2014. A conclusione del primo triennio dall’entrata in vigore del DM 45/2013 e dall’applicazione delle Linee guida, il MIUR ha ridefinito con nota n. 11677 del 14 aprile 2017, in termini di indicatori e parametri, i requisiti generali per l’accreditamento e la conseguente attivazione dei corsi di dottorato. A conclusione del primo quinquennio di attuazione del DM 45/2013, il Ministero ha quindi ulteriormente ridefinito le linee guida adottate nel corso del 2017, con nota MIUR n. 3315 del 01 febbraio 2019, a valle del confronto avvenuto con ANVUR, al fine di aggiornare e semplificare la procedura.

A distanza di otto anni dall’adozione del DM 45/2013, nel corso del 2020 ANVUR ha ritenuto necessario un approfondimento, volto a favorire un intervento di revisione dei criteri e dei requisiti di accreditamento delle sedi e dei corsi di dottorato, al fine di qualificare il terzo livello della formazione in linea con le migliori prassi a livello internazionale. Tale intervento si è reso necessario anche alla luce delle diverse interpretazioni applicative che si sono susseguite nel corso del tempo, e dell’importanza di definire modalità conformi agli standard internazionali (ESG 2015). Una prima riflessione in tal senso è stata avanzata da ANVUR al MUR in data 14 dicembre 2020; a seguire, ANVUR ha quindi approvato una proposta di revisione del Regolamento con Delibera n. 4 del 14 gennaio 2021, inviata al MUR in data 15 gennaio 2021. A tale proposta sono seguiti quindi i pareri formulati dalla Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI), dal Consiglio Universitario Nazionale (CUN) e dal Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari (CNSU). Alla luce delle osservazioni ricevute, ANVUR ha quindi formulato una nuova proposta di revisione del Regolamento, di cui all’Allegato 2  della Delibera n. 113 del 19 maggio 2021 e inviata al MUR in data 26 maggio 2021.

A seguito della proposta dell’ANVUR, il MUR ha emanato il nuovo dm n. 226 del 14 dicembre 2021 (eng), “Regolamento recante modalità di accreditamento delle sedi  e dei corsi di dottorato e criteri per la istituzione dei corsi di dottorato da parte degli enti accreditati”, con il quale il Ministero ha definito le nuove modalità di accreditamento delle sedi e dei corsi di dottorato, ponendo maggiore enfasi sugli standard e linee guida per l’assicurazione della qualità nello Spazio europeo dell’istruzione superiore. ANVUR, anche attraverso la costituzione di uno specifico gruppo di lavoro composto da esperti esterni e coordinato dall’Agenzia (Decreto del Presidente dell’ANVUR n. 2 del 4 febbraio 2022), ha quindi elaborato una proposta per la definizione delle Linee guida operative per l’accreditamento; la proposta è stata approvata con Delibera n. 44 del 1 marzo 2022 e inviata al Ministero in data 3 marzo 2022. Facendo seguito alla proposta ANVUR, il MUR ha emanato le nuove Linee guida, di cui al dm n. 301 del 22 marzo 2022. (eng)

In data 29 aprile 2022, il MUR ha emanato altresì i Decreti n. 351 e n. 352, riguardanti rispettivamente il finanziamento di 2.500 borse di dottorato di durata triennale per la frequenza di percorsi di dottorato in programmi specificamente dedicati e declinati (dm 351) e il finanziamento di 5.000 borse di dottorati innovativi che rispondono ai fabbisogni di innovazione delle imprese e promuovono l’assunzione dei ricercatori dalle imprese (dm 352). I Decreti in questione prevedono che ANVUR verifichi la coerenza dei progetti di ricerca assegnatari delle borse a valere sui predetti decreti con i requisiti in essi contenuti.