Su questo sito potremo usare dei cookies. Navigandolo accetti espressamente il loro utilizzo.

anvur logo ENQAlogo
Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca

ANVUR pubblica oggi, 10 ottobre 2017, una nota tecnica relativa alle modalità di calcolo dell’Indicatore Standardizzato di Performance Dipartimentale che risponde al comunicato CUN del 18 luglio 2017.

Come annunciato nella news del 11 luglio 2017, l’Agenzia oggi pubblica l’elenco dettagliato delle modifiche apportate ai file caricati sul sito istituzionale alla pagina: http://www.anvur.it/rapporto-2016/, relativi alla Parte seconda: Terza missione (Rapporto Terza Missione), alla Parte terza: La valutazione delle singole istituzioni (Rapporti d’Istituzione) e ai Rapporti di Area del Rapporto finale ANVUR.

Complessivamente, sono stati modificati 52 file riguardanti i Rapporti d’Istituzione, 10 file relativi a 4 Rapporti di Area e 12 file relativi al Rapporto Terza Missione. Le modifiche apportate sono tutte correzioni di errori di formattazione, visualizzazione, editing o trascrizione errata di dati. Per ogni modifica effettuata, è riportato il file modificato, la data delle modifiche effettuate e la loro tipologia. Al fine di rendere il più possibile agevole la consultazione del Rapporto, il sito dell’ANVUR riporta le sole versioni corrette dei file; i file originariamente pubblicati il 21 febbraio sono disponibili su richiesta presso l’Agenzia.
ANVUR ribadisce che le modifiche apportate a questi documenti non derivano da (o implicano) alcuna revisione ai dati utilizzati dal MIUR ai fini della ripartizione dell’FFO 2016 e pubblicati il 12 gennaio 2017.

ANVUR comunica che sono disponibili su richiesta i microdati opportunamente anonimizzati relativi alla valutazioni della VQR 2004-2010 e 2011-14. I dati saranno diffusi ad esclusivo fine di ricerca sulla base delle modalità descritte nell’avviso allegato.

Allegati:
Scarica questo file (Modulo Richiesta Microdat~.pdf)Modulo[Modulo]
Scarica questo file (comunicato rilascio dati ~.pdf)Avviso[Avviso]

ANVUR informa che a partire da oggi nella sezione “VQR 2011-14 – Risultati VQR” della pagina personale LoginMiur sono disponibili le valutazioni dei prodotti della ricerca sottoposti a valutazione nell’ambito della VQR 2011-14.

 

Riguardo alle affermazioni diffamatorie pubblicate in data odierna dalla testata giornalistica “Il Fatto Quotidiano” l’ANVUR pubblica la seguente nota.

L’Agenzia chiarisce che si è limitata a individuare e a correggere nel tempo gli errori (refusi, errori di formattazione o di visualizzazione) che inevitabilmente si commettono redigendo un complesso Rapporto di oltre 4.000 pagine. Le revisioni finora apportate non hanno alcun impatto sui dati comunicati al MIUR ai fini della ripartizione dell’FFO.

L’ANVUR precisa inoltre che, come era già accaduto per la prima VQR (2004-2010), ha avviato un’ulteriore verifica interna degli esiti della valutazione, attraverso la quale è stato identificato un totale di 31 errori materiali (pari a meno di 3 casi ogni 10.000 prodotti valutati). Le valutazioni aggiornate sono state già da tempo comunicate agli studiosi interessati e si sta procedendo alla verifica delle tabelle pubblicate nel Rapporto VQR per verificare se vi siano variazioni da apportare, ovviamente con la massima trasparenza.

Come previsto dal DM 458 del 27 giugno 2015, art. 6, comma 6 e dal Bando VQR, ANVUR pubblica oggi l’elenco alfabetico dei revisori utilizzati nell’ambito della VQR 2011-2014. L'elenco comprende 11.750 revisori che hanno completato almeno una revisione. Sono esclusi dall'elenco i nominativi dei componenti GEV che hanno effettuato revisioni nel corso dell'esercizio valutativo.

L’Agenzia Nazionale di Valutazione del sistema universitario e della ricerca (ANVUR) presenterà ufficialmente il 21 febbraio 2017 alle ore 10,30  i risultati della Valutazione della Qualità della Ricerca (VQR) per il periodo 2011-2014. L’evento si terrà a Roma all’Auditorium Antonianum, in viale Manzoni 1. E’ prevista la partecipazione del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli.  L’evento potrà essere seguito in diretta streaming, accedendo all’indirizzo che verrà comunicato nei prossimi giorni.