Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca

AFAM

L’attuale normativa che disciplina il sistema dell’Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica (AFAM) è la legge 21 dicembre 1999 n. 508, una legge di riforma che, dopo il testo Gentile del 1923, ha apportato importanti cambiamenti al sistema formativo, ricomprendendo le istituzioni in un unico sistemaispirato a principi e a criteri direttivi comuni. La Legge 508/99 ha riformato il settore dell’educazione artistica, definendola come formazione superiore di livello terziario e di natura specialistica” e il comma 2 dell’Art.2, ha trasformato i Conservatoridi Musica e gli Istituti Musicali Pareggiati in Istituti Superiori di StudiMusicali, mentre l’Accademia Nazionale di Danza è stata trasformata in Istituto Superiore di Studi Coreutici.

Successivamente la Legge 268/02 è intervenuta per riconoscere l’equiparazione alla laurea universitaria dei titoli accademici conseguiti nel sistema artistico e musicale italiano, ai fini di un pubblico concorso e del riconoscimento dei crediti formativi da spendere nei due sistemi dell’Alta Formazione (AFAM e Università). Il D.P.R. 28/02/2003, n. 132 ha dotato le istituzioni AFAM di autonomia statutaria, regolamentare, organizzativa, finanziaria e contabile nel rispetto dei principi dettati dalla Stato. Il successivo D.P.R. dell’8/07/2005 n. 212, ha indicato per il N.O. i principi e criteri generali della nuova offerta formativa e della loro autonomia didattica, con l’articolazione degli studi in 3 cicli, secondo il modello ispirato dalla Dichiarazione di Bologna e in convergenza con il modello europeo dell’istruzione di terzo livello, delineato dagli accordi europei della Sorbona, di Bologna, di Praga e di Berlino.