logo

AGENZIA NAZIONALE DI VALUTAZIONE
DEL SISTEMA UNIVERSITARIO E DELLA RICERCA

Home > Attività > AVA > TECO – TEst sulle COmpetenze

TECO – TEst sulle COmpetenze

La valutazione degli esiti degli apprendimenti degli studenti universitari

Nel 2012 l’ANVUR ha avviato un progetto sulla valutazione degli esiti degli apprendimenti dei laureandi italiani tramite un test (TEst sulle COmpetenze, TECO), ritenendo che l’analisi dei livelli delle competenze sia uno strumento importante per contribuire al monitoraggio della qualità del processo formativo.
I risultati del TECO rientrano nel sistema di valutazione della didattica (Autovalutazione, Valutazione periodica, Accreditamento – AVA), come indicatori utili alla valutazione della qualità del processo formativo dei singoli corsi di studio e degli atenei. Questa attività è normata dal DPR costitutivo dell’Agenzia (76/2010, art. 3) nel quale si fa chiaramente riferimento alla valutazione della qualità anche degli esiti dell’offerta formativa. In particolare, si chiarisce che devono essere oggetto di valutazione l’efficienza e l’efficacia dell’attività didattica sulla base di standard qualitativi internazionali, anche in riferimento agli esiti dell’apprendimento da parte degli studenti e al loro adeguato inserimento nel mondo del lavoro (art. 3, com. 2 lettera a). Più recentemente, nell’allegato E nel DM 987/2016, viene ulteriormente chiarito che la raccolta di nuovi dati relativi alle competenze trasversali e/o disciplinari acquisite dagli studenti permetterà di realizzare indicatori che verranno utilizzati per la valutazione periodica e l’accreditamento delle Sedi e dei Corsi di Studio.

L’Agenzia, per le prime due sperimentazioni, si è servita del test CLA+ prodotto dal Council for Aid to Education (CAE) e utilizzato su scala internazionale per la misurazione delle generic skills. Entrambe le esperienze, condotte in collaborazione con diversi atenei (rispettivamente 12 nel 2013 e 24 nel 2015), hanno però evidenziato alcune criticità, quali la parziale validità e adattabilità dell’impianto metodologico proposto dal CAE e gli elevati costi dell’intera procedura. Pertanto l’Agenzia nel 2016 ha ridefinito l’intero disegno di ricerca, compresi gli ambiti di riferimento, l’impostazione metodologica e gli strumenti di rilevazione sia per le competenze trasversali (TECO-T) sia per le competenze disciplinari (TECO-D).

Attualmente il progetto TECO ha come scopo la costruzione di indicatori che riflettano le competenze acquisite dagli studenti universitari del 1° e 3° anno delle lauree triennali o a ciclo unico degli Atenei italiani.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi